Quali sono le regole del basket?

Sia che siate fan sfegatati o che vogliate solo avvicinarvi al gioco, conoscere i dettagli del basket è fondamentale per goderne appieno. Quali sono le regole della pallacanestro? Diamo un’occhiata.

Le basi della pallacanestro

La pallacanestro è uno sport giocato da due squadre di cinque giocatori ciascuna. L’obiettivo del gioco è segnare punti tirando una palla attraverso un canestro montato su un tabellone a ciascuna estremità del campo. I punti vengono assegnati per ogni tiro riuscito e la squadra con il maggior numero di punti alla fine della partita vince.

Il gioco si svolge su un campo rettangolare, con linee dipinte sul pavimento che indicano dove i giocatori possono stare in piedi, palleggiare e tirare. Il canestro è posizionato a ogni estremità del campo e c’è una linea di tiro libero che corre perpendicolare al canestro. I giocatori possono segnare da qualsiasi punto del campo, ma tendono a riunirsi vicino ai canestri perché è lì che possono segnare più facilmente.

I giocatori possono muovere la palla palleggiando o passandola ai compagni. Il dribbling consiste nel far rimbalzare la palla su e giù mentre si corre con essa; il passaggio è quando la si lancia a un altro giocatore senza farla rimbalzare prima. Una volta che un giocatore ha smesso di palleggiare, deve passare o tirare la palla; non può ricominciare a palleggiare se non riceve il possesso da un altro giocatore o se non effettua un tiro.

Ci sono molte altre regole nella pallacanestro, ma queste sono alcune delle nozioni di base che è necessario conoscere per giocare.

I diversi tipi di tiro

Nella pallacanestro esistono diversi tipi di tiro:

  • layup è probabilmente il tiro più comune. Si esegue da vicino al canestro, di solito con un piede, e si appoggia la palla al tabellone e la si fa entrare
  • tiro in salto è quando si tira la palla a mezz’aria. Si può saltare da qualsiasi punto del campo, ma la maggior parte dei tiri in salto viene effettuata dall’esterno del campo
  • tiro di sponda è quando si fa rimbalzare la palla sul tabellone prima che entri. Può essere effettuato da qualsiasi punto del campo
  • tiro libero è un tiro effettuato dalla linea del fallo dopo che la squadra ha subito un fallo. Ogni tiro libero riuscito vale un punto
  • tiro da tre punti vale tre punti e, come suggerisce il nome, viene effettuato da oltre la linea dei tre punti.

Le diverse posizioni in campo

Nella pallacanestro ci sono cinque posizioni. Sono il playmaker, la guardia tiratrice, l’ala piccola, l’ala forte e il centro. Il playmaker è il leader della squadra ed è responsabile della gestione dell’attacco. La guardia tiratrice è il miglior tiratore della squadra e ha il compito di segnare punti. L’ala piccola è un giocatore versatile che può segnare, prendere rimbalzi e difendere. L’attaccante di potenza è un giocatore forte che può segnare all’interno e andare a rimbalzo. Il centro è il giocatore più alto della squadra ed è responsabile della protezione del pitturato.

Come palleggiare la palla

Quando palleggiano la palla, i giocatori devono tenere la mano sulla palla. Possono far rimbalzare la palla a terra quante volte vogliono, ma una volta tolta la mano dalla parte superiore della palla, devono passare o tirare.

Regole di base del gioco

Il basket è uno sport che si gioca con una palla sferica su un campo rettangolare. L’obiettivo del gioco è segnare punti tirando la palla attraverso un canestro posto a 3 metri da terra. Il gioco si svolge tra due squadre di cinque giocatori ciascuna, che cercano di segnare il maggior numero di punti possibile.

Le regole di base della pallacanestro sono semplici: i giocatori devono cercare di far passare la palla attraverso il canestro e segnare punti, cercando anche di non commettere fallo sugli avversari. Ci sono molti modi diversi per segnare punti nella pallacanestro, ma il modo più comune è quello di tirare la palla a canestro.

I giocatori possono tirare la palla da qualsiasi punto del campo, ma devono fare attenzione a non viaggiare o fare un doppio palleggio (cioè far rimbalzare la palla tenendola in una mano). Se un giocatore viaggia o fa un doppio palleggio, perderà il possesso della palla e la sua squadra sarà in svantaggio.

Per fare in modo che entrambe le squadre abbiano le stesse opportunità di segnare, ci sono diverse altre regole che disciplinano il modo in cui i giocatori possono muoversi sul campo. Ad esempio, i giocatori non possono bloccare il tentativo di tiro di un altro giocatore a meno che non si trovino a portata di braccio quando rilasciano la palla. Inoltre, dopo aver effettuato un tentativo di tiro, un giocatore deve rinunciare al possesso della palla se questa non va a segno: questa regola impedisce ai giocatori di monopolizzare la palla e impedisce a una squadra di ottenere troppi tiri facili.

La pallacanestro è un gioco veloce ed emozionante che può essere praticato da persone di tutte le età. Le regole di base sono semplici, ma la strategia è fondamentale per giocare bene. Se volete saperne di più sulla pallacanestro e migliorare le vostre abilità, ci sono molte risorse disponibili online e nelle biblioteche.

Falli e penalità

Nella pallacanestro, un fallo è un’infrazione personale o tecnica illegale. I falli più comuni sono quelli personali, commessi dai giocatori contro gli avversari. Tra questi vi sono i falli di tiro, che vengono commessi quando un giocatore effettua un tiro e poi subisce un fallo da un avversario; i falli di carica, che vengono commessi quando un giocatore con la palla si scontra con un avversario che non ha la palla; i falli di blocco, che vengono commessi quando un giocatore offensivo ostacola l’avanzamento di un giocatore difensivo; e i falli offensivi, che vengono commessi dai giocatori offensivi contro i difensori.

I falli tecnici sono meno comuni dei falli personali e si dividono generalmente in due categorie: comportamenti antisportivi e violazioni. La condotta antisportiva può includere schernire, parlare male, festeggiare eccessivamente o qualsiasi altro comportamento ritenuto non professionale o irrispettoso. Tra le violazioni si annoverano anche quelle che riguardano i viaggi (fare più di due passi senza palleggiare), il doppio dribbling (palleggiare la palla con entrambe le mani) o il goaltending (interferire con un tiro mentre è a mezz’aria).

Quando un giocatore commette un fallo, la sua squadra viene penalizzata e alla squadra avversaria vengono assegnati i tiri liberi o il possesso di palla, a seconda della gravità dell’infrazione. Se un giocatore commette quattro falli personali in una partita, viene allontanato dal gioco e non può rientrare fino alla partita successiva. Oltre ai falli personali e tecnici, esistono anche i falli flagranti, che sono infrazioni violente o eccessivamente rudi che possono comportare l’espulsione dalla partita.

Conclusioni

Ecco fatto! Queste sono le regole di base della pallacanestro. Ovviamente ci sono molte altre regole più complesse che governano il gioco, ma queste sono le basi che bisogna conoscere per iniziare a giocare. Quindi prendete un pallone e qualche amico e iniziate a fare qualche canestro!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi