La massimizzazione del profitto

L’obiettivo principale di qualsiasi tipo di attività economica è il profitto. D’altronde, un’attività economica funziona principalmente a scopo di lucro, e il profitto è la tecnica di misurazione per capire l’efficienza aziendale dell’azienda. Ma quali sono le caratteristiche della massimizzazione del profitto?

La massimizzazione dei profitti è innanzitutto chiamata anche come massimizzazione dell’utile per azione e, come intuibile, punta a massimizzare le operazioni commerciali per massimizzare il profitto. Ne deriva che dovrebbe essere chiaro che l’obiettivo finale del business sia quello di ottenere profitto e, quindi, considerare tutte le possibili modalità per aumentare la redditività dell’azienda.

Il profitto è anche il parametro per misurare l’efficienza dell’impresa, e può dunque essere un coerente biglietto da visita per l’intera posizione dell’azienda. Gli obiettivi di massimizzazione del profitto contribuiscono a ridurre il rischio del business.

Sintetizzando, si dovrebbe puntare alla massimizzazione del profitto perché l’obiettivo principale è guadagnare profitto, il profitto è il parametro dell’operazione commerciale, il profitto riduce il rischio dell’impresa, il profitto è la principale fonte di finanziamento e la redditività soddisfa anche i bisogni sociali.

Di contro, è pur vero che ci sono alcuni argomenti sfavorevoli per la massimizzazione del profitto, punti che sono in contrasto con gli obiettivi di massimizzazione del profitto. Si pensi al fatto che secondo molti analisti la massimizzazione del profitto porta allo sfruttamento dei lavoratori e dei consumatori, e crea pratiche immorali come la corruzione, la slealtà e la corruzione, pratiche commerciali scorrette, ecc.

Ancora, gli obiettivi di massimizzazione del profitto portano a disuguaglianze tra i detentori di interessi, come clienti, fornitori, azionisti, ecc.

Infine, si tenga anche conto che gli svantaggi della massimizzazione del profitto comprendono il fatto che sia un obiettivo vago, che ignora il valore temporale del denaro e ignora i rischi: la massimizzazione dei profitti non considera il rischio dell’attività sottostante, che potrebbero influenzare il funzionamento complessivo dell’azienda.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi