Come si sono mossi i cambi nel post riunione BCE

Nel giorno successivo alla riunione BCE con la quale sono stati varati nuovi stimoli, il dollaro si è mosso apprezzandosi sull’annuncio per poi scendere ampiamente durante la conferenza stampa di Draghi. Smaltito il riflesso di quanto avvenuto, l’attenzione si è spostata tra quel che avverrà tra pochi giorni quando, mercoledì 16 marzo, la Fed assorbirà l’attenzione dei mercati.

Attualmente la prospettiva è che i tassi restino ancora fermi: un contesto che dunque non dovrebbe fungere da supporto al biglietto verde. Attenzione, però, all’effetto che potrebbero avere le aspettative che la Fed vorrà generare. Se la combinazione di dati USA positivi e miglioramento del quadro globale sarà considerata sufficiente per poter riprendere ad alzare i tassi anche eventualmente nel secondo trimestre, la discesa del dollaro potrebbe per ora fermarsi qui.

In ambito euro notiamo che, contrariamente a quanto avvenuto a dicembre, questa volta la BCE non ha deluso le aspettative: tra le molte misure annunciate, le principali sono il taglio del tasso sui depositi da -0,30% a -0,40%, l’azzeramento del tasso refi da 0,05% a 0,00%, e l’incremento degli acquisti mensili da 60 a 80 miliardi. Su tali annunci l’euro ha corretto immediatamente da 1,0980 a 1,0822 EUR/USD, ma è poi rimbalzato salendo molto di più di quanto fosse sceso, e raggiungendo un massimo a 1,1218 EUR/USD nelle ore successive all’annuncio.

Il Presidente della BCE ha in merito intendere che non dovrebbero essere più necessari ulteriori tagli dei tassi, indicazione che il mercato ha interpretato in vario modo (ecco perché spiegato il calo dei listini subito dopo l’annuncio). La BCE ha inoltre dichiarato che si attende che l’inflazione rimanga sotto target anche nel 2018 (1,6%) e ha rivisto al ribasso le stime di crescita per il 2016 e il 2017.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi