Opzioni binarie: guida dettagliata al trading

denaro opzioniCome fare trading con le opzioni binarie? Per molti trader che non conoscono questo strumento finanziario (in crescita negli ultimi anni), è sicuramente necessaria una guida che possa orientare soprattutto i neofiti nel mercato finanziario on line.
Si parte dall’assunto condiviso con il trading di stampo tradizionale, ovvero fare previsioni di mercato che siano corrette per ricavare dei profitti dalle proprie operazioni.
Fare trading con le opzioni binarie è molto semplice e consente anche di guadagnare somme interessanti quando si acquisisce una base di esperienza tale per cui diviene possibile ottenere buoni risultati.
Diciamo subito che per gli investimenti in opzioni binarie non richiedono grandi investimenti di denaro, infatti aprire un conto con alcuni broker può richiedere anche soltanto un centinaio di euro, ed anche per le singoli operazioni gli investimenti minimi sono anche di soli 5/10 euro. Per entrare nel dettaglio degli investimenti che si possono fare nel trading opzioni binarie, potete consultare questa ottima risorsa web: http://www.opzionibinariefx.com/

Cosa sono le opzioni binarie

Partiamo dal definire concettualmente le opzioni per inquadrarne la natura e approfondirne poi i vari elementi.
Le opzioni binarie sono degli strumenti finanziari ”derivati” – perché il prezzo deriva dal valore di mercato dell’ “attività sottostante”, ovvero materia prima, titolo azionario, indici, coppie di valute, che rappresentano l’attività sottostante di una Opzione.
“Opzione” indica la possibilità di una scelta tra due o più soluzioni. Nel trading l’opzione è un contratto tra trader e broker. Alla scadenza, il trader può scegliere se acquistare (opzioni call) o se vendere (opzioni put) un’attività (sottostante) ad un determinato prezzo prestabilito. Per esercitare questo diritto, l’acquirente dell’opzione riconosce al venditore il pagamento di una somma di denaro.
Nelle opzioni binarie si hanno due opzioni tra cui scegliere, che il trader potrà controllare decidendone durata ed asset di riferimento. “Asset” è il termine tecnico per indicare ‘azioni’, ‘cambi monetari’, ‘indici di borsa’ e ‘materie prime’.

Esistono vari tipi di opzioni binarie e si distinguono per tipologia e durata. Le più diffuse fra i trader sono le opzioni a 60 secondi e le opzioni alto/basso (call/put).

Caratteristiche del trading opzioni binarie

Alcuni elementi rendono appetibile il trading di opzioni binarie, vediamo quali sono, punto per punto:
1. Il profitto
Il guadagno viene stabilito in base ad una cifra fissa, pertanto il trader conosce il profitto potenziale o la probabile perdita, fin dal momento dell’acquisto dell’opzione.
2. Una semplice previsione
Si tratta di una semplice previsione che il trader dovrà fare sul trend futuro dei mercati sui quali si vuole investire in relazione a due possibilità, da cui deriva il nome di “binario”.
Per questa loro natura così semplice, le opzioni binarie sono strumenti d’investimento adatti anche – e soprattutto – a trader principianti. Essi, infatti, dovranno soltanto fare delle previsioni sul trend di un asset.
In base alla tipologia di opzione binaria con cui si è scelto di operare, abbiamo le seguenti opzioni:
a. Alto / Basso
b. Tocca / Non tocca
c. Dentro / Fuori
La tipologia a. riguarda opzioni di tipo “High/low” o “Alto/Basso”; la tipologia b. – opzioni One touch (Tocca/Non tocca); la tipologia c. Opzioni intervallo (Dentro/Fuori).
A prescindere dalla tipologia dell’opzione, ogni operazione d’investimento punterà sempre alla previsione corretta dell’andamento dell’asset, secondo due possibili alternative.

Le tre tipologie di Opzioni Binarie nel dettaglio

a. Opzioni High/low – in questo tipo di opzioni il trader deve prevedere se il prezzo iniziale di acquisto dell’asset sarà maggiore o minore del prezzo che avrà alla scadenza.
b. Opzioni One touch – la previsione qui riguarda il prezzo iniziale di acquisto dell’asset, se supererà o meno una di prezzo entro una determinata scadenza.
c. Intervallo – il trader deve prevedere se il prezzo originario di acquisto dell’asset resterà entro un determinato intervallo di prezzo, ad una scadenza prestabilita.

Come è chiaramente dimostrato, si tratta sempre di opzioni con due orientamenti opposti.

Come iniziare ad investire nelle opzioni binarie?

Se si vuole iniziare a fare investimenti sul mercato on line con le opzioni binarie, si deve scegliere prima di tutto un broker accreditato (riconosciuto da organismi appositi che ne abbiano autorizzato l’attività come intermediario mediante una licenza); poi si deve aprire un conto e depositare una somma di denaro, che può variare da broker a broker. Molte piattaforme danno anche la possibilità di operare con un conto demo, ovvero un conto virtuale che permette di utilizzare soldi finti. Una valida soluzione per fare pratica di trading.

La fase successiva riguarda la scelta di un asset di mercato e – poi – si può procedere alla scelta dell’opzione, se “Alto o Basso” – per le opzioni High-Low, se “tocca o non tocca” – per le opzioni One Touch, se “dentro o fuori” – per le opzioni Intervallo.

Non tutte le piattaforme presentano le stesse diciture sui tasti di scelta: alcuni hanno ad esempio “Su/giù” o “Call/put” piuttosto che High/Low – Alto/Basso.

Esempio pratico di un investimento in Opzioni Binarie

Poniamo il caso di voler investire sull’asset coppia di valute EUR/USD quotata 1,42555; poniamo anche il caso di voler – in ottica rialzista, investire sull’acquisto di una call – ritenendo quindi che l’Euro si apprezzerà sul dollaro. Se alla scadenza prestabilita, la coppia di valute si attesterà ad un prezzo maggiore di 1,42555, allora l’opzione si concluderà con profitto. Noi avremo il nostro guadagno, che il broker ci riconosce, che può variare tra il 70% e il 95% dell’investimento, in base all’opzione prescelta.
Nel caso contrario, se il prezzo risulta inferiore a 1,42555, allora la posizione si concluderà in perdita, perdendo così il premio pagato.

In questi casi, se si perde molti broker prevedono il rimborso di una parte del premio investito che, a seconda del broker, può variare dal 10% al 20%, minimizzando la perdita.

Gli investimenti possono avvenire anche entro tempi molto brevi, 30 minuti, un’ora, una giornate. Si tratta quindi di scadenze brevissime. Ma vi sono broker presso i quali è possibile negoziare opzioni binarie con scadenza di una settimana o di un mese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi